Lavaggio dolce per capi fragili e delicati.

Quando si parla di tipologia di lavaggio il primo passo da fare è imparare a riconoscere il tipo di indumento che stiamo per mettere in lavatrice. Ci sono tipologie di abiti che per definizione rientrano nei lavaggi delicati, come ad esempio camicie, costumi da bagno e biancheria intima. Anche il tipo di tessuto determina la resistenza di capo: il cotone è tra i tessuti che sopporta meglio ogni tipo di lavaggio mentre seta, lana, lino, viscosa e sintetici hanno bisogno di più attenzioni. Infine il grado di delicatezza del lavaggio va commisurato anche alla presenza di applicazioni: se ci sono perline, decori, bottoncini o ganci che possono staccarsi o impigliarsi negli altri capi tirando i fili è sempre meglio scegliere il lavaggio più delicato. Una volta riconosciuti e selezionati i nostri abiti ecco come procedere

– Controllare in etichetta che possano essere lavati in acqua.
 – Pretrattare le macchie più importanti a mano, con un sapone delicato o uno smacchiatore.
 – Scegliere un detersivo di qualità specifico e dosarlo al meglio: mai troppo perché potrebbe lasciare residui e aloni macchiando esso stesso i capi!
 – Impostare il programma della lavatrice sui delicati.
 – Impostare la temperatura a massimo 30° o 40°.
 – Riempire la lavatrice a metà o per 3/4 per non schiacciarli troppo.

PROBLEMA

Programma di lavaggio per capi delicati: quando utilizzarlo?

SOLUZIONE

Analizza i tuoi capi per tipologia, tessuto e caratteristiche: bassa temperatura e attenzione al dosaggio per i delicati!

Biochimica Spa a Socio Unico

© BIOCHIMICA SPA | Capitale Sociale € 1.280.000 I.V. – C.F. e Reg.Imprese di Bologna 03036520371 – P.IVA n. 00590801205 – R.E.A. BO 258837